06 Oct
06Oct

Immagini ©Istituto di Storia della Cultura Materiale


Approfondimenti di Fenix Rivista

The Siberian Times, 22 Settembre 2021

Il geoglifo di un toro due volte più antico delle linee di Nazca, in Perù, e del White Horse di Uffington, nel Regno Unito, è stato scoperto in Siberia. La sagoma dell'animale, fatta di ciottoli e arenaria accuratamente posizionati, può essere vista solo dall'alto. Misura 3 metri per 4 ed è il primo geoglifo animale scoperto in questa parte del mondo. Gli studiosi ritengono facesse parte di una sepoltura dell’Era del Bronzo antico, e che sia stato inciso più di 4.000 anni fa. 

Immagini ©Istituto di Storia della Cultura Materiale

La scoperta è avvenuta nei pressi del villaggio di Khondergey, nel sud-ovest della Repubblica di Tuva, vicino al confine della Russia con la Mongolia. Solo la parte posteriore del toro, con le zampe posteriori e la coda, è stata conservata, la parte anteriore è stata involontariamente distrutta negli anni '40 a casua della costruzione dei collegamenti viari. Questa è la prima scoperta del genere non solo per la Repubblica di Tuva, ma in tutta l'Asia centrale.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346