GERMANIA: SPIRALE PREISTORICA D’ORO DELLA CORNOVAGLIA


2 min letti

Un prezioso manufatto di 3.800 anni fa, le cui origini sono legate alla Britannia, è stato trovato nella tomba di una donna sepolta in posizione fetale nel sud-ovest della Germania. Una scoperta che avvalora l’ipotesi di una stretta relazione tra le popolazioni dell’Europa continentale con i costruttori di Stonehenge…


a cura della redazione, 29 Maggio

Una sepoltura della prima età del bronzo scoperta recentemente nei pressi di un insediamento collinare preistorico nella Germania sud occidentale, conferma il legame antico di questa terra con i costruttori del cerchio di pietre neolitico di Amesbury, in Inghilterra. Ipotesi sostennuta dagli studiosi dopo la scoperta di un santuario ad anello di circa 4.000 anni fa, non lontano dal piccolo villaggio di Pömmelte nella Germania centrale (LEGGI L’ARTICOLO CORRELATO) , e confermata da importanti analisi sul DNA conservato in centinaia di scheletri preistorici britannici nel 2018. Al suo interno è stata rinvenuta una giovane donna, sepolta in posizione fetale, esposta a sud, non lontano da un insediamento preistorico collinare dove sono state rinvenute altre tombe. Era adoranta da uno strano anello a spirale, fatto di una particolare lega che si riscontra solo in Inghhilterra. 

FOTO: il manufatto d'oro, che potrebbe essere stato usato come ornamento per capelli, è stato trovato sepolto con una donna morta circa 3.800 anni fa - ©Yvonne Mühleis, LAD Esslingen

I ricercatori, Raiko Krauss dell'Università di Tubinga e Jörg Bofinger dell'Ufficio statale per la gestione del patrimonio culturale del Baden-Württemberg, stimano che la donna avesse circa 20 anni al momento della sua morte. Le sue ossa non mostravano segni di lesioni o malattie. La datazione al radiocarbonio sui suoi resti ci dicono che morì tra il 1850 a.C. e 1700 a.C.. A quel tempo, la scrittura non si era ancora diffusa nel sud-ovest della Germania, quindi non ci sono documenti scritti che possano aiutare a identificare chi potrebbe essere stata. L'analisi della composizione del manufatto in oro, che contiene anche argento, rame e tracce di platino e stagno, indica che si tratta di una lega naturale proveniente dall'area del fiume Carnon, in Cornovaglia. I ricercatori hanno affermato che manufatti realizzati con metalli preziosi si trovano raramente nella Germania sudoccidentale e suggeriscono che la donna potrebbe aver avuto un alto status sociale nella sua comunità. «I ritrovamenti di metalli preziosi di questo periodo sono molto rari nella Germania sudoccidentale. La presenza di oro nel distretto di Tubinga prova che esisteva una forte connessione con i gruppi culturali occidentali della Gran Bretagna prima del secondo millennio a.C.», affermano i due studiosi. La tomba è stata scavata nell'autunno 2020 e i risultati del team sono stati pubblicati il 21 maggio sulla rivista Praehistorische Zeitschrift


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346