GLI AVVISTAMENTI E GLI INCONTRI UFO PIÙ “CREDIBILI"


Approfondimenti su XTimes

Questa settimana “Newsweek” ha pubblicato una ricostruzione dei più importanti avvistamenti UFO dal 1945 ad oggi, elaborando una TOP 25 dei casi più credibili in base a un sistema di valutazione incrociato tra dati tecnologici e l'indagine scientifica di Josef Allen Hynek. Stiamo parlando dello stesso ricercatore che, dopo aver supervisionato gli sforzi per porre fine alla "mania" degli UFO, avrebbe accusato l’Aire Force di sottovalutare il fenomeno. Di fatto, circa 6.000 incontri UFO vengono segnalati ogni anno, ma gli esperti avvertono che spesso esistono spiegazioni banali per gli avvistamenti. “La stragrande maggioranza, in genere oltre il 90%, può essere dovuta a prosaici fenomeni terrestri", ha detto Seth Shostak, senior astronomer e Institute fellow del SETI Institute. Il resto potrebbe essere di matrice aliena? “Forse - risponde - ma è come dire che il 40 per cento degli omicidi irrisolti commessi a New York siano dovuti agli extraterrestri. Possibile, ma non probabile”.
Le teorie di Hynek costituiscono gran parte della base della moderna UFOlogy e il suo sistema di classificazione degli incontri ravvicinati è il punto di riferimento per valutare la credibilità degli avvistamenti. L’astronomo e gli UFOlogisti hanno valutato gli avvistamenti che coinvolgevano più testimoni multipli o altamente credibili. Aggiungendo a questi parametri i riscontri tecnologici delle telecamere e dei dispositivi a infrarossi sugli aerei, si ottiene un discreto indice di attendibilità. La scala della credibilità funziona su un sistema a punti e la base di partenza per la credibilità inizia da tre. Un punto è dato per avvistamenti con più testimoni, un altro per un testimone esperto (un pilota, controllore del traffico aereo, ufficiale militare o governativo). Un punto è assegnato per la prova di immagini e un punto aggiuntivo per il film di un UFO in movimento. Gli oggetti volanti non identificati possono spesso essere spiegati come velivoli “stranieri”, quindi viene dato un ulteriore punto per gli oggetti non identificati che volano in modo incoerente.
Hynek è noto per aver studiato anche gli incontri ravvicinati. Per quelli a meno di 500 piedi di distanza viene assegnato un punto. Due punti, invece, vengono dati agli incontri ravvicinati del secondo tipo: un evento UFO in cui si avverte un effetto fisico, una luce della macchina si rompe, si avverte un calore estremo, si riscontrano segni di bruciature sul terreno. Infine, per incontri ravvicinati del terzo tipo, casi in cui è “visto un pilota alieno”, guadagnano tre punti.
Il sistema prevede anche una penalizzazione, rimozione di punti già assegnati, tendo conto dei casi in cui gli organismi militari o governativi hanno screditato gli avvistamenti.