GLI IRLANDESI NON DISCENDONO DAI CELTI


2 min letti

Irish Central, 01 Maggio

La scoperta casuale di ossa antiche sotto un pub irlandese nella contea di Antrim a metà degli anni 2000 ha messo in discussione le origini del DNA del popolo della cosìddetta Isola di Smeraldo devota a San Patrizio...

Nel 2006, Bertie Currie stava sgombrando terra per il Pub McCuaig's sull'isola di Rathlin, al largo di Antrim, quando notò una grande pietra piatta sepolta sotto la superficie. Currie si rese conto di un grande spazio sotto la pietra e indagò ulteriormente. «Ho puntato la torcia e ho visto un cranio e ossa», disse al Washington Post

Foto: ©Queen’s University BelfastAlla fine trovò i resti di tre umani e chiamò immediatamente la polizia. La polizia giunse sulla scena e scoprì che era un antico sito di sepoltura estremamente significativo che, con l'analisi del DNA, potrebbe riscrivere la storia e la discendenza irlandese. I genetisti, infatti, hanno scoperto che i tre scheletri sono gli antenati del moderno popolo irlanACQUISTA ORAdese e precedono l'arrivo dei Celti sulle coste irlandesi di circa 1.000 anni, risalendo al 2000 a.C., centinaia di anni prima dei più antichi manufatti celti conosciuti. In sostanza, il DNA irlandese esisteva in Irlanda prima che i Celti mettessero piede sull’isola. I Celti irlandesi potrebbero invece essere arrivati in Irlanda dalle terre della Bibbia, passando dal Mediterraneo meridionale, portando con sé bestiame, cereali e ceramiche. Gli Atti della National Academy of Science affermavano che le ossa assomigliavano sorprendentemente a quelle dei contemporanei irlandesi, scozzesi e gallesi. «Le prove del DNA basate su queste ossa ribaltano completamente la visione tradizionale», ha affermato Barry Cunliffe, professore emerito di archeologia a Oxford. Dan Bradley, professore di genetica al Trinity College, ha dichiarato nel 2016 che la scoperta potrebbe sfidare la credenza popolare che gli irlandesi siano imparentati con i Celti.

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346