IL CAVALLO DI UFFINGTON


1 min letti

Esaminando il contesto dell'immagine del geoglifo preistorico inciso su un pendio delle colline del Berkshire, nel sud dell’Inghilterra, un nuovo studio lo analizza quale rappresentazione del cavallo solare presente nell'iconografia in tutta l'Europa preistorica...


a cura della redazione, 5 Aprile

White horse hill”, la “Collina del Cavallo Bianco”, così viene chiamata la misteriosa altura situata nei pressi di Uffington, una piccola cittadina a sud dell’Inghilterra, sulla quale in tempi remoti, qualcuno decise di creare un enorme geoglifo raffigurante una sorta di cavallo stilizzato. Questa grandiosa opera, detta “Cavallo di Uffington”, fu realizzata scavando solchi profondi più di un metro nel terreno, fino a far apparire lo strato bianco di gesso, ovvero il materiale che caratterizza la collina stessa. Da secoli, la leggenda del posto narra che la figura sia in realtà il ritratto del famoso drago ucciso da San Giorgio (II – III secolo d.C.), proprio sulla vicina collina chiamata Dragon Hill. Ma il gigantesco geoglifo, lungo fino a 114 metri e alto 34, nel tempo è stato sottoposto a scrupolose analisi, le quali hanno confermarono che si tratta dell’opera di individui vissuti durante l’età del bronzo, più di 3000 anni fa. Detto questo, sembra che nessun ricercatore sia ancora riuscito a capire quale antico popolo abbia creato questa grandiosa opera, neppure il motivo, sta di fatto che il cavallo di Uffington, proprio come le “linee di Nazca” del Perù, per qualche strano motivo, fu realizzato per essere visibile per intero solo dall’alto.

©Joshua Pollard - Antiquity

L’ultima teoria giunge dall’archeologo Joshua Pollard, dell’Università di Southampton, per il quale il simbolo potrebbe rappresentare un cavallo mitico che traina il Sole dal cielo. Nella mitologia indoeuropea, il Sole viene trainato nel cielo da un cavallo o da un carro con più cavalli, e trasportato durante la notte da una barca. Pollard afferma che il corpo dell’animale sia posizionato come se stesse correndo da una salita proveniente da Dragon Hill, attraverso una collinetta, un tumulo, in direzione di Uffington Castle, sito risalente all’età del ferro. Se si segue la posizione del cavallo ed il suo movimento, esso corrisponderebbe all’arco del Sole durante il solstizio d’inverno. La teoria di Pollard fossero connette dunque la mitologia britannica preistorica a quella europea, una considerazione importantissima per la storia delle religioni.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2017

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346