IL VELIVOLO SEGRETO PROGETTATO DALLA US NAVY


Metro UK, 18 Aprile

Approfondimenti su XTimes

La Marina statunitense ha registrato un brevetto per costruire in gran segreto un velivolo avanzato e ultrarapido che assomiglia ad un UFO. I militari hanno presentato il progetto per realizzare una macchina volante molto inusuale che utilizza un “dispositivo di riduzione della massa inerziale” per viaggiare a “velocità estreme”. Ciò significa che l'aeromobile usa una tecnologia complessa per ridurne la massa e quindi l'inerzia (la resistenza di un oggetto al movimento), in modo da poter eseguire propulsioni ad alta velocità. Il brevetto è molto complesso e descrive tecniche inusuali, tra cui la generazione di onde gravitazionali, sulla scorta delle rilevazioni ottenute per la prima volta nel 2016 dallo scontro di due buchi neri. "È possibile ridurre la massa inerziale e quindi la massa gravitazionale di un oggetto in movimento, attraverso una brusca perturbazione del background non lineare dello spazio-tempo", si legge nel brevetto.

Foto: Salvatore Cezar Pais. I disegni sono stati depositati come parte del brevetto e mostrano un velivolo che assomiglia molto ad un UFO

L'imbarcazione descritta presenta una cavità piena di gas, che viene fatto vibrare utilizzando potenti onde elettromagnetiche. Questo crea un vuoto propulsivo, che gli permetterebbe di spingersi ad altissima velocità. La navicella in stile UFO può essere utilizzata nell’acqua, nell’aria o nelo spazio. "È possibile immaginare un velivolo ibrido aerospaziale e sottomarino (HAUC), che grazie ai meccanismi fisici abilitati con il dispositivo di riduzione di massa inerziale, può funzionare come un sommergibile capace di velocità estreme anche sotto l'acqua ... e di capacità aeree avanzate", continua il brevetto. "Questo mezzo ibrido si muoverà con grande facilità attraverso l'aria, lo spazio e i corsi d'acqua, essendo racchiuso in una guaina di plasma sotto vuoto".

Anche se la Marina USA ha fatto richiesta del brevetto nel 2016, è stato concesso solo l'anno scorso, anche se questo non vuol dire che l'imbarcazione sia stata già costruita e testata. Tuttavia, la tecnologia è un'ulteriore prova dell'interesse dei militari nello sviluppo di tecnologie "esotiche".

due immagini dell'incidente UFO della Nimitz 

"Un velivolo ibrido, capace di volare sia in aria che sott'acqua, è incredibilmente simile a quello che è stato riportato nell'incidente della USS Nimitz nel 2004", afferma Nick Pope, ex investigatore UFO presso il Ministero della Difesa. "C'è stato un episodio simile di un UFO che volava sott'acqua a Puerto Rico nel 2013. La possibile connessione tra l'incidente della USS Nimitz e questo brevetto è intrigante ed è interessante notare che la Marina statunitense sembra esserene il collegamento. È possibile che il brevetto sia ispirato dall'incidente e faccia parte del tentativo di elaborare la tecnologia dietro gli oggetti inseguiti dagli F-18 della Marina. Questo è noto come "reverse engineering". Per Pope la chiave è nel capire come i piani si integrino con il più ampio progetto AATIP (Advanced Aerospace Threat and Identification Program), un’indagine governativa degli Stati Uniti sui "fenomeni aerei inspiegabili".

Un documento declassificato che fornisce i dettagli di alcuni dei documenti di ricerca prodotti dagli investigatori di AATIP

Nell'ultimo brevetto, l'autore Salvatore Cezar Pais menziona Harold Puthoff, una figura chiave dell’ AATIP, che ha commissionato le 38 carte che esplorano le tecnologie misteriose, che sono state poi utilizzate dalla “Defense Intelligence Agency” (DIA) durante i briefing del Congresso degli Stati Uniti. Documenti che hanno attirato l'attenzione dei media, perché parlano di anti-gravità, invisibilità, motori a curvatura, ma perché riguardano sistemi di propulsione da utilizzare per viaggi interstellari e non certo per droni o missili. "Questi brevetti potrebbero essere i primi passi per portare l'umanità alle stelle", spiega Pope.

leggi anche questo articolo
 "UFO INDAGINE TOP SECRET SUGLI EFFETTI COLLATERALI" 

Il brevetto per un "velivolo che utilizza un dispositivo di riduzione di massa inerziale" è affascinante, ma è solo uno dei tre brevetti depositati dallo scienziato della marina statunitense Salvatore Cezar Pais. L'altro è un generatore di onde gravitazionali ad alta frequenza. "A volte è difficile dire dove si trova il confine tra la scienza marginale e la fantascienza. Inoltre, anche se la fisica teorica risulta essere valida, gli ingegneri aeronautici devono ancora essere in grado di costruire qualcosa, se qualcuna di queste ha un effetto tangibile. Se hanno costruito la tecnologia descritta nei brevetti, entriamo in un terreno che cambia il gioco…