INGHILTERRA: TROVATO SCUDO DI UN “GUERRIERO” CELTICO CON RARE DECORAZIONI


2 min letti

Artnet, 10 Dicembre

Uno scudo ornato, con una strana forma, è stato rinvenuto nella tomba di un guerriero celtico, sepolto in un carro accanto a resti di animali sacrificali, all’interno di una importante necropoli dell'età del ferro nello Yorkshire...

Un oggetto insolito, che potremmo immaginare adatto a “The Game of Thrones”, è stato portato alla luce dalla tomba di un presunto “guerriero”, ed è ora considerato «il più importante oggetto di arte celtica britannica del millennio». Lo sostiene Melanie Giles, del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Manchester, che ha partecipato al ritrovamento. L’annuncio clamoroso arriva dopo due anni di lavori di conservazione di quello che è a tutti gli effetti uno scudo di bronzo ornato, con una strana forma allungata. Dal suo studio sono stati evidenziati elementi di design molto particolari, tra i quali un inusuale bordo smerlato, mai visto prima in nessun altro oggetto dell’Età del Ferro.

Lo scudo misura più di 76 centimetri e vanta uno schema elaborato e dettagliato, che avrebbe richiesto al fabbro che lo ha cesellato di martellare dal lato opposto, per ottenere la formazione asimmetrica ed evidenziare i disegni simili a conchiglie  che culminano nel suo centro rialzato. Gli esperti classificano questo design vorticoso come appartenente alla prima arte celtica, stimandone la data tra il 320 e il 174 a.C., e affermano che è tipico della cultura “LaTène”, che ha dominato l'Europa durante la tarda età del ferro. Inoltre, i conservatori hanno identificato un foro di perforazione da spada e segni di lavori di riparazione sul manufatto, suggerendo che l’oggetto fu utilizzato nei combattimenti. Una scoperta che sfata la teoria per cui simili scudi “sontuosi” fossero solo oggetti decorativi. «La credenza popolare è che quelli più elaborati fossero puramente cerimoniali e che non fossero utilizzati in battaglia» spiega Paula Ware del MAP Archaeological Practice, che ha supervisionato lo scavo. «La nostra indagine sfida tale ipotesi ... Si possono vedere anche segni di riparazioni, suggerendo che lo scudo non era solo vecchio ma probabilmente fu usato in diverse battaglie».

Lo straordinario manufatto fu trovato sotto lo scheletro di un uomo, presumibilmente quello di un “guerriero”, suggerendo un importante valore e significato personale. Il sito di sepoltura è stato scoperto nel 2017, in un complesso residenziale vicino alla città di Pocklington, nello Yorkshire (Regno Unito). Nello stesso sito sono stati rinvenuti i resti di 150 persone, per un totale di 65 piccoli tumuli quadrati.

Gli archeologi hanno riesumato i resti del “guerriero” all’interno di un carro, una forma di sepoltura sicuramente inusuale, almeno rispetto ad altri ritrovamenti. All’interno del carro, intatto, i ricercatori hanno trovato una spilla di bronzo e smalto,  un bracciale, e accanto al corpo anche resti di sei maiali sacrificali e di due cavalli disposti con gli zoccoli a terra e le zampe posteriori che sembravano come se volessero saltare fuori. Gli esperti ritengono che il guerriero avesse più di 46 anni e che fosse un membro della comunità molto rispettato. 

 «L’ampiezza e la conservazione della sepoltura della “ biga" di Pocklington non ha alcun parallelo britannico, fornendo una visione più ampia dell’epoca dell’età del ferro», conclude Ware. Per coloro che cercano maggiori dettagli sulla tomba del guerriero, la Oxbow Books pubblicherà nella primavera del 2020 una raccolta dettagliata della ricerca.

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346