L’ACCIAIO AL CROMO FU INVENTATO IN PERSIA NEL MEDIOEVO


1 min letti

University College of London, 23 Settembre

L'acciaio inossidabile non è stato prodotto per la prima volta nel XX secolo, come si pensava. Prove rinvenute a Chahak, un sito archeologico nell'Iran meridionale, suggeriscono che i persiani aggiungessero il cromo alle loro leghe per produrre acciaio già nell'XI secolo d.C. ...

ABBONATI - ACQUISTA ORAUn nuovo studio condotto dai ricercatori dell'UCL (University College of London) ha provato che l'acciaio al cromo, simile a quello che oggi conosciamo come acciaio per utensili, è stato prodotto per la prima volta in Persia, quasi un millennio prima di quanto pensassero gli esperti. La scoperta, pubblicata sul Journal of Archaeological Science, è stata realizzata con l'aiuto di una serie di manoscritti persiani medievali, che hanno portato i ricercatori in un sito archeologico a Chahak, nel sud dell'Iran. Principalmente il manoscritto "al-Jamahir fi Marifah al-Jawahir" ("Compendio per Conoscere le Gemme”) scritto dal poliedrico persiano Abu-Rayhan Biruni, di particolare importanza per i ricercatori, in quanto forniva l’unica ricetta conosciuta per la produzione di acciaio per crogioli. Questa ricetta ha svelato un ingrediente misterioso identificato come minerale di cromite per la produzione di acciaio per crogioli al cromo. I risultati sono significativi dato che gli scienziati dei materiali, gli storici e gli archeologi ritenevano che l'acciaio al cromo fosse un'innovazione del XX secolo. Il Dr. Rahil Alipour (UCL Archaeology), autore principale dello studio, ha dichiarato: «La nostra ricerca fornisce la prima prova dell'aggiunta deliberata di un minerale di cromo all'interno della produzione di acciaio. Crediamo che questo sia stato un fenomeno tutto persiano. Questa ricerca non solo fornisce le prime prove conosciute per la produzione di acciaio al cromo risalenti già all'XI secolo d.C., ma fornisce anche un tracciante chimico che potrebbe aiutare l'identificazione di manufatti in acciaio crogiolo nei musei o nelle collezioni archeologiche di provenienza Chahak».

RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2020

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346