LE ORIGINI DEL LINGUAGGIO 25 MILIONI DI ANNI FA


1 min letti

Nature, 20 Aprile

Confrontando i campi funzionali uditivi umani e delle scimmie con la risonanza magnetica ponderata per diffusione, i ricercatori del Regno Unito hanno scoperto che la capacità del cervello umano di produrre il linguaggio potrebbe avere 20 milioni di anni in più di quanto si pensasse in precedenza...

ACQUISTA ORANel nostro cervello è presente una struttura fondamentale per il linguaggio che si credeva fosse tipica solo degli umani, ma è stata identificata anche nei macachi Questo suggerisce che le origini del linguaggio potrebbero essere apparse 20-25 milioni di anni prima di quanto si pensasse. Rispetto ad altri animali, il cervello umano è adattato in modo unico al linguaggio. Finora l'idea che anche gli scimpanzé potessero possedere qualcosa di simile era fortemente contestata. Ora, ricercatori affermano che abbiamo cercato nel posto sbagliato. Mentre i neuroscienziati si sono concentrati sulla corteccia prefrontale e sui lobi temporali - dove esiste questo percorso nell'uomo e negli scimpanzè - le origini del nostro linguaggio possono, in realtà, risiedere nella corteccia uditiva macachi rhesus. «Ammetto che siamo rimasti sbalorditi nel vedere un percorso simile nascosto in bella vista all'interno del sistema uditivo dei primati non umani. È come trovare un nuovo fossile di un antenato perduto da tempo», afferma il neuropsicologo comparato Chris Petkov dell'Università di Newcastle nel Regno Unito. Se i ricercatori hanno ragione e hanno davvero trovato questo anello mancante, i primi blocchi neuronali per l'evoluzione del linguaggio potrebbero essere apparsi molto prima di quanto pensassimo. L'ultimo antenato comune dei macachi e degli umani visse circa 25-30 milioni di anni fa, e questo precede di molto l'antenato che condividiamo con gli scimpanzé, che visse solo 5 milioni di anni fa. Nel corso degli anni, tuttavia, abbiamo capito che questo circuito è molto più complesso di quanto pensassimo una volta.È collegato a molte altre regioni del cervello e alcune ricerche suggeriscono che la corteccia uditiva svolge un ruolo chiave.

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346