MISTERIOSI SITI "A PIRAMIDE" ATTORNO A GÖBEKLI TEPE


2 min letti

Undici nuovi siti neolitici sono stati recentememnte scoperti in Turchia vicino alla collina sacra più antica del pianeta. L’area del ritrovamento si estende per cento chilometri. La scoperta è stata annunciata dal governo turco, che ha definito i monumenti ritrovati simili a piramidi...


a cura della redazione, 30 Giugno

«D’ora in poi le chiameremo le dodici colline, compresa Göbekli Tepe», ha detto il ministro turco della Cultura e del Turismo, Mehmet Ersoy, durante l’evento commemorativo di Sanliurfa a tre anni dall'inclusione della monumentale collina sacra nella lista dei patrimoni mondiali dell’UNESCO. Sabato scorso il governo turco ha di fatto rivelato la scoperta di undici nuovi siti a ridosso del più antico luogo di culto noto sulla Terra, che risale ad almeno 12.000 anni fa. È quanto riporta l’agenzia di stampa Anadolu AgencyNon sono stati dati altri dettagli su ciò che è stato rinvenuto. I risultati degli studi, ancora in corso, saranno infatti pubblicati solo a settembre 2021. Il ministro si è però lasciato sfuggire che presto le persone potrebbero descrivere i monumenti trovati nella regione di Sanliurfa come «le piramidi della Turchia sudorientale». Non sappiamo se per la forma conica delle colline che li ospitano o per altro, ma se questi nuovi siti sono alla pari con gli spettacolari resti scoperti a Göbekli Tepe, la loro scoperta rappresenterebbe una pietra miliare significativa nell’archeologia preistorica nella regione mesopotamica. 

Nella FOTO - Area di scavo principale di Göbekli Tepe con quattro edifici monumentali circolari e adiacenti edifici rettangolari ©Istituto Archeologico Germanico - E. Kücük.

Finora non sono state divulgate le fotografie della nuova area di scoperta, ma le dichiarazioni rilasciate da Ersoy sulle «dodici colline» lasciano supporre che si tratti di nuovi siti megalitici, sepolti sotto tumuli artificiali simili a quello sotto il quale fu nascosto dai suoi costruttori il tempio di Göbekli Tepe. Un mistero, quello della sepoltura, ancora tutto da risolvere. L’ipotesi che possa trattarsi di “piramidi’’ è intrigante, ma lo sarebbe altrettanto se si trattasse di nuovi cerchi di pilastri in pietra. Occorre capire se sono stati costruiti con le stesse specifiche e nello stesso stile, se sono altrettanto antichi o più antichi. D’altronde gli archeologi hanno già trovato altrove nella regione pilastri di pietra disposti in cerchi verticali, e lo scorso dicembre il rettore dell’Università Mardin Artuklu, Ibrahim Ozcosar, ha persino annunciato, sempre all’agenzia Anadolula scoperta di un sito a quasi 300 chilometri nel sud-est di Mardin ancora più antico, che potrebbe retrodatare Göbekli Tepe di almeno mille anni.

© Muhammed Furkan Gunes  

Gli scavi archeologici di Boncuklu Tarla, nel distretto di Dargecit, erano iniziati nel 2012. In quasi un decennio hanno portato alla luce «diverse strutture speciali che possiamo chiamare templi oltre a un complesso insediamento abitativo», ha spiegato Ergul Kodas, archeologo dell’Università Artuklu e consulente dell’area di scavo. «Sicuramente un nuovo punto chiave sull’impnsabile organizzzazione culturale e religiosa nella preistoria della mezzaluna fertile», ha aggiunto Kodas, secondo il quale nella zona ci sono edifici simili a quelli di Gobekli Tepe. Supponendo che siano stati costruiti dallo stesso popolo antico, lo scopo delle 11 colline appena scoperte potrebbe essere ancora più misterioso. Non sappiamo se contegono o meno pilasti di pietra, ma se così fosse la presenza di immagi e pittogrammi potrebbe aiutare a decifrare finalmente il significato sacro nascosto dai pilasti a “T” di questo antichissimo tempio. Potrebbe essere un punto di svolta. Avere più resti da esaminare può infatti aumentare la comprensione delle motivazioni dei costruttori di Gobekli Tepe, e potrebbe rivelare se fossero ispirati da sentimenti religiosi o da qualche altro tipo di motivazione antica o universale.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346