PIRAMIDE INIZIATICA DI 5000 ANNI FA IN PERÙ?


2 min letti

Andina, 21 novembre

La struttura a livelli di una piramide a uso cerimoniale, un corpo mutilato e altri indizi conducono all’ipotesi di antichi riti ancestrali sulle Ande ...

Una strana piramide interrata, presumibilmente dedicata a riti sacrificali, è stata rinvenuta durante i lavori di scavo condotti in un enorme complesso archeologico in provincia di Casma, nella regione di Ancash nel nord del Perù. Si tratta di una struttura a gradini, alta almeno 3,20 metri e larga 5. Gli archeologi hanno dovuto scavare circa 6 metri di terreno e rimuovere le pietre per scoprirla. Il sito dove è stata trovata è composto da una serie di passaggi. La piramide si trova «nella parte centro-meridionale dell’edificio principale. Si ritiene che sia stata utilizzata per scopi rituali», ha commentato Monica Suarez, coordinatrice del Sechin Archaeological Project. Durante gli scavi il team di ricercatori ha dissotterrato due teschi: uno di un adulto e uno di un bambino. A sostegno della teoria di pratiche sacrificali a scopo cerimoniale, è stato rinvenuto anche un corpo smembrato da un lato, forse privato degli arti prima di morire dissanguato. I ricercatori hanno avanzato l’ipotesi che la struttura fungesse da scala per raggiungere un livello spirituale superiore. «C’è un muro di mattoni nella parte soprastante, con nitide impronte digitali degli abitanti di Sechin visibili nel fango. Si ritiene che siano un simbolo del loro passaggio qui.- ha sottolineato Suarez - Molte culture nelle Ande antiche hanno usato edifici simili per riti e sacrifici, ma le piramidi a gradoni sembra avessero la funzione di ponte per raggiungere livelli di spiritualità più elevati». Si pensa che il sito risalga almeno a 5.000 anni fa e che sia stato il centro di un’enigmatica società preistorica. Si sa poco, infatti, della cultura Sechin cui sarebbe attribuito. Molti esperti ritengono che potrebbe anche essere la prima civiltà conosciuta nelle Ande, che ha edificato alcuni dei primi edifici monumentali nelle Americhe. La Piramide appena rinvenuta fa parte della capitale di questa antica cultura. Il sito a differenza di altri più commerciali e residenziali, sembra essere stato un centro amministrativo e cerimoniale che serviva a scopi politico-religiosi. Le rovine del complesso di Sechin furono in gran parte completate prima del 2000 a.C. e restarono in uso fino al 1500 a.C.. Il muro che ne circonda il suo perimetro, custodisce 400 sculture in bassorilievo in granito, che raffigurano due tipi di personaggi: vittoriosi guerrieri-sacerdoti che marciano trionfalmente con spade, asce e scettri; e le loro vittime che giaccciono tragicamente sviscerate e smembrate attorno a loro. È da notare che l'accuratezza anatomica delle immagini (in particolare di occhi enucleati, ossa del bacino e del sacro, reni, stomaco, esofago e intestino crasso) ha portato alcuni ricercatori a suggerire che il sito fosse un laboratorio per studi anatomici. Sicuramente denota che la cultura che li ha creati aveva una sofisticata conoscenza di anatomia e dissezione. Qualunque sia stato lo scopo cerimoniale dei suoi abitanti, il complesso di Sechin fu abbandonato dall'800 a.C. e sepolto e dimenticato fino a quando non fu riscoperto dagli archeologi peruviani Julio C. Tello e Toribio Mejía Xesspe nel 1937. La rivista Fenix, madre cartacea di EnigmaX, ha portato i suoi lettori a Sechin nel 2012, proprio a conoscere queste antiche forme di culto sacrificale. Presto sarà organizzato un nuovo viaggio...