TORNADO A SERPENTE SU CHICHEN ITZA


Info7, 23 Marzo

Approfondimenti su Fenix

Tromba d’aria su Chichen Itza nei giorni dell’equinozio, si snoda come un serpente muovendosi sulla piramide della Grande Piazza... Anche se è avvenuto qualche giorno fa, non potevamo non proporvi le immagini che i turisti presenti al fenomeno hanno scattato in Messico il 22 marzo scorso. Kukulkán, dio supremo della cultura Maya, secondo la tradizione, ogni anno scende sulla Terra in coincidenza con il nostro equinozio di primavera, che nell’altro emisfero corrisponde all'autunno. In realtà, il fenomeno è visibile nei quattro giorni successivi tale evento astronomico dalla Grande Piazza, piena di turisti e gruppi New Age che accorrono per accoglierlo e caricarsi della sua "energia".


La piramide di Chichen Itza, conosciuta come "El Castillo", fu costruita come monumento solare dagli architetti Maya, che ne orientarono l'asse principale deviandola di circa 19 gradi rispetto al Nord, per consentire la proiezione dell'ombra dei bordi dei suoi nove gradoni sulla balaustra della scalinata settentrionale dell'edificio. L’effetto visivo generato imita la serpentina del dio che scende sulla Terra sormontate da due sorprendenti teste di serpente. Venerdì scorso, migliaia di persone erano in attesa di assistere al fenomeno, quando, improvvisamente, si è formata una tromba d'aria, un mini tornado, sulla stessa base della piramide, dando l’impressione di assistere ad una manifestazione soprannaturale. Specialisti mondiali Maya dicono che questo fenomeno era conosciuto già nell'antichità con il nome “vento del serpente”, ed annunciava la venuta di Kukulkàn. Il Dio si identifica con Quetzalcoatl degli Aztechi. Era rappresentato come un serpente piumato ed era legato al pianeta Venere. La domanda è, visto che i Maya conoscevano perfettamente tali rettili, che facevano parte della loro vita quotidiana, strisciando tra i loro campi, perché nei loro racconti li descrivono come esseri volanti? È un mistero che forse può essere spiegato dal fenomeno avvistato dai turisti di tutto il mondo durante l'ultimo equinozio di primavera.