TUMULO RITUALE DELL’ETÀ DEL BRONZO NASCOSTO NELLA FORESTA BRITANNICA


BBC, 31 Ottobre

Un archeologo inglese ha annunciato la scoperta di un cerchio di pietre di 4000 anni fa, nascosto dalla vegetazione di in una delle foreste più famose d'Inghilterra. Il ritrovamento è il primo del suo genere in questa parte della Gran Bretagna e potrebbe aiutare gli storici a comprendere meglio l’uso rituale di tali enigmaticihe costruzioni

Il cerchio di pietre è stato trovato nella foresta di Dean, che si trova nella contea di Gloucestershire, nel sud-ovest dell’Inghilterra, in prossimità del villaggio di Tidenham. La posizione esatta è un segreto, per garantire che non attiri l’attenzione di saccheggiatori e di cacciatori di tesori illegali. Il tumulo è stato identificato attraverso un’indagine aerea del bosco, utilizzando il LIDAR (rilevamento della luce e distanza), una tecnologia di telerilevamento che misura la presenza di elementi anomali sul terreno attraverso impulsi laser, analizzandone la luce riflessa. 

I dati rilevati vengono quindi utilizzati per creare un modello 3D della terra o degli oggetti presenti. Il LIDAR , la stessa tecnologia utilizzata per localizzare le città Maya perdute nelle giungle impenetrabili dell'America centrale, ha permesso ai topografi di esaminare la Foresta di Dean come se tutti gli alberi fossero stati rimossi. Durante il sondaggio, l'archeologo Jon Hoyle ha identificato una formazione a caratteristica circolare. In un primo momento ha pensato «potresse essere una postazione di armi della Seconda Guerra Mondiale», ma visitando il sito si è reso conto che la sua valutazione era sbagliata. Aveva infatti identificato un cerchio di pietre preistoriche, noto come tumulo ad anello, che probabilmente risale a 4000 anni fa, tra il 2200 e il 1500 a.C.. Un periodo in cui il bronzo iniziò ad essere ampiamente utilizzato nelle isole britanniche, portando a molti profondi cambiamenti.

«Il tumulo di anello del Gloucestershire – ha dichiarato Hoyle - è largo circa 25 metri. mentre la sponda circolare delle macerie attorno ad esso è spessa circa 5 metri». Sull’anello sono riconoscibili almeno 10 pietre calcaree bianche erette in verticale, ricoperte ancora dalla vegetazione. Sono alte circa un metro e la struttura è molto più piccola di monumenti come Stonehenge. Tale tumulo ad anello è insolito, perché questo tipo di struttura si trova di solito nelle zone montane. Cerchi simili sono stati trovati nel Derbyshire, in Cornovaglia, in Galles e in Irlanda. Si ritiene che siano associati a una comunità con una sua precisa cultura. «Trovarne uno nel Gloucestershire è importante in quanto indica che gli anelli di pietre sono distribuiti su un’area geografica più ampia di quanto si pensasse», ha sottolineato Hoyle.

Nonostante il fatto che questi anelli di pietra siano abbastanza comuni in alcune parti delle Isole britanniche, nessuno sa con certezza a cosa servissero e perché le società dell’età del bronzo li costruissero. Nei vari ritrovamenti sono state spesso rinvenute alcune tombe, per lo più con resti cremati. Tuttavia, la maggior parte degli accademici non crede che siano stati utilizzati principalmente per le sepolture. I significatvi depositi di carbone rinvenuti nei diversi anelli, ha indotto molti esperti a ipotizzartne un uso per scopi cerimoniali e rituali: «I residui di carbone in luoghi come questo suggeriscono rituali che coinvolgono il fuoco», ha ricordato Hoyle, che pubblicherà le sue scoperte sull’anello di pietra in un prossimo libro.