TUNNEL SEGRETI DEI CAVALIERI TEMPLARI SCOPERTI IN ISRAELE


1 min letti

Daily Mail, 23 Ottobre

Gli archeologi hanno trovato una serie di tunnel segreti costruiti dai Cavalieri Templari per nascondere il loro “tesoro” segreto in una fortezza sotto le strade del porto di Acri…

Un team di archeologi ha recentemente scoperto una serie di tunnel sotto l’antica città costiera di Acri, in Israele, utilizzati dai Templari 800 anni fa. Nello stesso luogo sono state individuate tracce del quartier generale della fortezza dei monaci querrieri. L’ha rivelato l’archeologo americano Albert Lin durante un documentario per il “National Geographic”. Utilizzando la tecnologia LIDAR (Light Detection and Ranging), il team di Lin ha potuto individuare la presenza di un sito che era una fortezza chiave per l’Ordine durante la terza crociata. Ce ne furono nove tra l’XI, il XII e il XIII. L’obiettivo originale era quello di rimuovere gli “infedeli” dalla Terra Santa della città Israele, ancora oggi luogo di culto le tre principali religioni monoteiste: Cristianesimo, Ebraismo e Islam.

La tecnologia laser utilizzata ha consentito una scansione non invasiva, permettendo ai ricercatori di indagare senza scavare né intaccare nessun artefatto. La torre del corpo di guardia dei Templari risulta essere sepolta sotto metri di terra e roccia e non è chiaro se saranno effettuati scavi futuri. Non abbiamo alcuna conferma che i segreti dei Templari siano effettivamente lì anche se «i tunnel serpeggiavano sotto le strade della città moderna ed è molto probabile che i Templari li abbiano utilizzati come passaggi per accedere alla fortezza di Acri, la loro Torre del “Tesoro". Acri fu un centro importantissimo durante le Crociate, da qualche parte nella città si trova il loro antico centro di comando, e forse i misteriosi manufatti da loro custoditi», spiega Lin. Acri fu la base delle operazioni dei leggendari cavalieri dopo la perdita del loro quartier generale a Gerusalemme quando Saladino conquistò la città nel 1187. Rimase sotto il controllo dei Templari per poco più di 100 anni. L’ordine lasciò Acri nel 1291 quando la città fu persa e trasferì il suo quartier generale a Limassol sull'isola di Cipro. Nel giro di un decennio, il loro punto d’appoggio nella regione era sparito. Con la completa perdita del controllo della Terra Santa da parte dei crociati, il supporto per l'ordine militare iniziò a scemare e la fortuna dei cavalieri cambiò. 

I Templari furono uno dei più importanti ordini militari cattolici della storia. Erano un ordine religioso cavalleresco, un gruppo di monaci guerrieri, formati per proteggere i pellegrini cristiani in Terra Santa dai saccheggi dei saraceni. Si stabilirono in Inghilterra nel XII secolo, per raccogliere fondi per le Crociate e si sciolsero ufficialmente un paio di centinaia di anni dopo. La loro ascesa al potere e la loro caduta sono oggetto, ancora oggi, di numerosi studi, leggende e teorie del complotto. Quando il re di Francia Filippo IV prese il potere, la famiglia reale era profondamente indebitata con i Templari, ma il re decise che non avrebbe dovuto rimborsare nulla. Per liberarsi del debito fece arrestare tutti i Templari, che furono torturati e obbligati a rilasciare false confessioni a beneficio di papa Clemente V, che nel 1312 sospese l'Ordine del Tempio dalle sue funzioni, in attesa di informazioni che confermassero l’eresia. Filippo il Bello decise allora di eliminare fisicamente i Templari prigionieri nelle carceri. Alcuni di essi riusciti a sfuggire alla cattura si rifugiarono in Scozia e Portogallo. Quelli di più basso rango, semplici monaci, passarono all’Ordine degli Ospitalieri, evitando il rogo. Dopo la morte di Jacques de Molay, condannato al rogo il 18 marzo 1314 su la Île de la Cité, di fronte a Notre Dame, non fu più eletto ufficialmente nessun Gran Maestro, anche se l’ordine non era stato sciolto.