06 Oct
06Oct

Immagini ©Istituto di Storia della Cultura Materiale


The Siberian Times, 22 Settembre 2021

Il geoglifo di un toro due volte più antico delle linee di Nazca, in Perù, e del White Horse di Uffington, nel Regno Unito, è stato scoperto in Siberia. La sagoma dell'animale, fatta di ciottoli e arenaria accuratamente posizionati, può essere vista solo dall'alto. Misura 3 metri per 4 ed è il primo geoglifo animale scoperto in questa parte del mondo. Gli studiosi ritengono facesse parte di una sepoltura dell’Era del Bronzo antico, e che sia stato inciso più di 4.000 anni fa. 

Immagini ©Istituto di Storia della Cultura Materiale

La scoperta è avvenuta nei pressi del villaggio di Khondergey, nel sud-ovest della Repubblica di Tuva, vicino al confine della Russia con la Mongolia. Solo la parte posteriore del toro, con le zampe posteriori e la coda, è stata conservata, la parte anteriore è stata involontariamente distrutta negli anni '40 a casua della costruzione dei collegamenti viari. Questa è la prima scoperta del genere non solo per la Repubblica di Tuva, ma in tutta l'Asia centrale.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346