INTELLIGENCE USA INDAGA SU UNA MISTERIOSA SINDROME


17 May
17May

Secondo caso sospetto vicino alla Casa Bianca: due funzionari colpiti da una misteriosa malattia. Dettagli appena rivelati, che arrivano mentre gli investigatori stanno ancora lottando per determinare chi o cosa ci sia dietro altri strani incidenti simili, che negli ultimi 5 anni sono stati denunciati da spie e militari statunitensi in tutto il mondo...


a cura della redazione, 17 Maggio

L’Intelligence statunitense non è ancora sicura di cosa o chi stia causando la strana serie di sintomi del sistema nervoso che ha colpito negli ultimi 5 anni diversi funzionari americani sia ell’estero che in patria. “Attacchi” porati alla ribalta da due nuovi casi denunciati dalla CNN. Si tratta di due funzionari del Consiglio di Sicurezza Nazionale (NCS) degli Stati Uniti d’America, avvenuti nel novembre 2020, uno il giorno dopo le elezioni presidenziali e uno diverse settimane dopo. Entrambi hanno manifestato segni coerenti con una costellazione inspiegabile di esperienze sensoriali e sintomi fisici che hanno fatto ammalare più di 100 diplomatici, spie e militari statunitensi in tutto il mondo, diventati noti come “Havana Syndrome”. La tecnologia che potrebbe causare una serie di sintomi così incoerente è oggetto di dibattito. Il primo incidente si è verificato quando il funzionario del NSC stava tentando di passare attraverso un cancello non presidiato vicino all’Ellisse, secondo una fonte con conoscenza diretta dell’incidente. Il secondo è stato colpito settimane dopo vicino a un ingresso della Casa Bianca. 

©CNN

Entrambi gli incidenti sono avvenuti nel centro di Washington e somigliano a un precedente caso sospetto nel nord della Virginia del 2019. Episodi simili erano stati registrati, per la prima volta, solo tra gli americani all’estero. Da cinque anni, infatti, gli investigatori si sforzano di spiegare le strane esperienze riportate dai diplomatici statunitensi e da altri dipendenti del governo a Cuba, in Russia, in Cina e altrove. Episodi che in alcuni casi hanno portato a mal di testa cronici e lesioni cerebrali. Le vittime hanno riferito di aver subito improvvise vertigini, una forta pressione nel cranio e fitte dolorosissime di mal di testa, a volte accompagnate da un “rumore direzionale penetrante”. Alcuni hanno riferito di essere in grado di sfuggire ai sintomi semplicemente spostandosi in un’altra stanza. Secondo il Senate Intelligence Committee, il numero di casi sospetti in tutto il mondo è in aumento: ci sono stati più di 130 casi in tutto il mondo negli ultimi cinque anni. Il New York Times, ha riportato almeno un episodio avvenuto all’estero nelle ultime due settimane. 

Ci sono stati casi sospetti registrati anche in Europa e ulteriori “attacchi” sono in corso di indagine a livello nazionale. Sotto la pressione dei legislatori e delle vittime, l'amministrazione Biden sembra abbia intensificato notevolmente i suoi sforzi per identificare la causa di questi incidenti, determinarne l’attribuzione e prevenire quelli che l'Intelligence ora definisce “incidenti di salute anomali”. Le vittime soffrono di sintomi diversi sia inizialmente che nel tempo: scienziati, ingegneri e medici sono divisi sull’ipotesi che tutti i casi in esame possano essere attribuiti a una singola causa. Diverse agenzie stanno cercando di creare o riutilizzare un tipo di sensore che potrebbe essere utilizzato per rilevare attività anomale in prossimità delle zone colpite. Un rapporto di marzo della National Academy of Sciences ha rilevato che la causa più probabile della strana serie di sintomi potrebbe essere l'energia a radiofrequenza pulsata e diretta - la cosiddetta “energia a microonde” (una forma di radiazione elettromagnetica). 

Un promemoria dell'Agenzia per la Sicurezza Nazionale, reso pubblico nel 2014 ha rivelato che l’Agenzia disponeva di informazioni fin dal 2012 che indicavano la possibile esistenza di un’arma elettromagnetica ad alta potenza progettata per irradiare l'abitazione di un bersaglio, causando numerosi danni fisici e danneggiare il sistema nervoso. Ipotesi rigettata da uno scienziato cubano. Alcuni funzionari che monitorano la misteriosa sindrome suggeriscono che, se un avversario straniero stesse usando un qualche tipo di arma a energia diretta, l'intento potrebbe non essere quello di molestare o mutilare il personale statunitense, ma piuttosto di raccogliere informazioni dai loro telefoni cellulari.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.