TOMBA MILLENARIA “INTATTA" SCOPERTA IN IRLANDA


25 Apr
25Apr

Un sepolcro, nascosto per 4.000 anni e ancora sigillato, potrebbe contenere indizi sui rituali di sepoltura preistorici. Scoperto al suo interno anche uno strano manufatto ovale...


a cura della redazione, 25 Aprile

Un'antica tomba a cuneo, descritta dagli archeologi come «incontaminata» e «molto insolita» è stata scoperta nella penisola di Dingle, nella contea di Kerry, in Irlanda. Il sepolcro, rivestito e sormontato da pietre, si trova su un terreno privato ed è stato individuato accidentalmente da un contadino. Dopo un esame più attento è stata trovata una sottocamera adiacente, in quella che sembra essere la parte anteriore della tomba. Al suo interno anche un’insolita pietra liscia, di forma ovale e quello che si pensa possa essere un osso umano.

Gli studiosi ritengono che la struttura possa risalire all’età del bronzo (2000 a.C.-500 a.C.), ma potrebbe essere anche antecedente, in quanto mostra una serie di caratteristiche mai viste. «Data la sua posizione, l’orientamento e la presenza di una grande lastra, abbiamo pensato inizialmente fosse dell’età del bronzo, ma il design di questa particolare tomba non assomiglia a nessuno degli altri siti di sepoltura di quell’epoca qui in Irlanda», ha detto a Smithsonianl’archeologo Mícheál Ó Coileáin.

LO SAPEVI CHE: L’oggetto dalla forma ovale, è molto simile al Linga, della religione induista. In sanscrito significa “segno” ed è un simbolo fallico, considerato una forma di Śiva (Shiva). L’utilizzo di questo simbolo come oggetto di adorazione è una tradizione senza tempo in India. In termini metafisici, rappresenta la forma dell’Assoluto trascendente senza principio né fine, oppure la forma che si fonde con l'Assoluto, o Brahman.

Nel sud-ovest dell’isola esiste un numero significativo di tombe a cuneo, in particolare a Cork e Kerry. La maggior parte è generalmente orientata a ovest e sud-ovest, presumibilmente secondo precisi allineamenti celesti. Alcune di queste tombe hanno caratteristiche insolite come i portici presenti nella loro estremità occidentale. Al momento la gran parte della tomba appena scoperta rimane nascosta nel sottosuolo ed è ancora difficile per gli studiosi valutarne appieno la disposizione. Si tratta certamente di una scoperta molto rilevante, in quanto la struttura originale è stata preservata e non ha subito interferenze: «Sembra essere completamente intatta, al suo stato originale e contiene quelli che pensiamo essere resti umani. Potrebbe essere preziosa per la nostra comprensione dei rituali di sepoltura preistorica», ha sottolineato l’archeologo Breandán Ó Cíobháin. 

Negli ultimi anni sono stati numerosi i ritrovamenti spettacolari nella zona centrale di Kerry e Tralee, che indicano una presenza umana molto più antica di quanto si pensasse in precedenza. Nel 2015 a Milltown, gli scavi effettuati dall'archeologo Michael Connolly a Kilaclohane hanno portato alla luce resti cremati di almeno due persone insieme a diversi manufatti, quale testimonianza di una delle tombe a portale più antiche dell’Irlanda. Nel 2011, alla periferia di Tralee, è stato rinvenuto un fossato a doppio allineamento, più precisamente a Ballingowan, durante gli scavi per la nuova tangenziale. Il portavoce del Dipartimento del Patrimonio Artistico Irlandese ha confermato, a RTE, che gli archeologi del National Monuments Service (NMS) e del National Museum of Ireland dopo un'indagine preliminare credono che i resti siano molto antichi. Non sono però sicuri di chi abbia costruito la tomba. Come osserva il The Irish Times teorizzano che potrebbe essere una sepolcro a camera di più di quattromila anni fa o un mausoleo sotterraneo datato al periodo paleocristiano irlandese. Ulteriori indagini consentiranno ai ricercatori di determinarne l’effettiva datazione.


RIPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021

🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.