16 Dec
16Dec

Foto ©Rex/Shutterstock 


The Telegraph, 14 dicembre

Un oggetto insolito scoperto dai metal detector nel 2020 nel nord-est dell'Inghilterra lascia perplessi gli studiosi. In questo caso non sono gli archeologi ad essere perplessi, ma gli esperti linguistici che studiano le origini e l'evoluzione della lingua inglese. L'oggetto in questione è una piccola croce medievale d'oro che è stata trovata lungo le rive del fiume Tweed vicino a Berwick nella contea di Northumbria, nel nord dell'Inghilterra. L'esistenza di questa croce medievale è stata recentemente annunciata dal British Museum, come parte della sua divulgazione annuale sui significativi reperti archeologici rinvenuti nel Regno Unito l'anno scorso. La minuscola croce medievale in metallo prezioso è lunga solo 2,5 per 1,5 centimetri e ha un foro in un'estremità che mostra che è stata indossata come ciondolo. Gli studiosi hanno determinato che la croce è stata realizzata tra il 700 e il 900 d.C.. Ciò che rende questa piccola croce così straordinariamente rara è che è incisa con una scrittura runica ed è il primo ciondolo a croce medievale mai trovato che abbia questa caratteristica. Il messaggio di sei lettere apparentemente identifica il proprietario della croce, un uomo che sembra essere stato chiamato Eadruf. Un nome insolito nell’Inghiterra medioevale. Il professor John Hines, archeologo e specialista in linguistica antica dell'Università di Cardiff, pensa si tratti di una contrazione di Eardwulf, un nome popolare nel IX secolo, condiviso da una serie di noti personaggi storici, tra cui Eardwulf di Lindisfarne, vescovo di una comunità monastica che inizialmente si trovava sull'Isola Santa di Lindisfarne, appena al largo della costa nord-orientale dell'Inghilterra. Forse fu proprio lui il proprietario di questa croce. Resta un mistero però la presenza delle rune su di essa.


IPRODUZIONE RISERVATA ©XPublishing2021 🌐www.xpublishing.it⠀📧 info@xpublishing.it⠀⁠☎️ 0774 403346